Sciopero della scuola dell’11 e 12 dicembre, i precari non manifestano con la CGIL, ma in un altro corteo

Precari con codice a barre (www.yourban.net)

Venerdì la Flc-Cgil sfilerà da sola: saranno due i cortei che l’11 dicembre si svolgeranno a Roma per protestare contro i tagli all’istruzione e l’approvazione delle riforme sulla scuola. Leggi il seguito di questo post »

Ponte sullo Stretto e mucche da mungere

a cura del Collettivo degli studenti.
MERCOLEDì 9 DICEMBRE ORE 17.30 a Casamatta della Sinistra (via S. Paolo dei Disciplinanti 21)
Presentazione del libro “Ponte sullo Stretto e mucche da mungere – Grandi infrastrutture, servizi pubblici e bolle
speculative”, terrelibere.org edizioni.
Introduce Francesco Maimone (collettivo studenti Casamatta).
Parteciperanno gli autori Antonello Mangano e Luigi Sturniolo. Leggi il seguito di questo post »

“100 piazze per il clima”

La manifestazione “100 piazze per il clima”, promossa in occasione della Conferenza internazionale sul clima, che avrà luogo a Copenaghen il prossimo 12 dicembre, si svolgerà anche a Messina, su iniziativa del Circolo
Arci “Thomas Sankara”, della Uisp e di Legambiente di Messina, sabato 12 dicembre.
I responsabili delle tre organizzazioni presenteranno l’evento messinese giovedì 10 dicembre, alle 9.45, nella saletta Commissioni della Provincia Regionale di Messina. Alla Conferenza stampa sono invitati i rappresentanti
delle istituzioni comunali e provinciali. Leggi il seguito di questo post »

Speciale alluvione a Messina

Ritorno ai contenuti forti e alle denunce per il mensile “Comunità Solidali”, la testata del Cesv – Centro Servizi per il Volontariato di Messina, che analizza le cause del dissesto idrogeologico e del mancato rispetto dell’ambiente, alla base degli effetti tragici dell’alluvione
che ha colpito Messina nel mese di ottobre. Il mensile (on line sul sito www.cesvmessina.it) prende posizione – con l’editoriale del presidente del Cesv e Direttore editoriale Antonino Mantineo – a favore di una nuova politica per i territori e racconta l’impegno dei volontari nell’aiuto
agli sfollati, il coordinamento delle iniziative a sostegno delle persone colpite – ad opera di Cesv, Consulta comunale, Forum delle famiglie e Osservatorio “Lucia Natoli”  – e le iniziative e prese di posizione di
Arci, Avis e Caritas Diocesana. Leggi il seguito di questo post »

Pubblicato su Senza categoria. Leave a Comment »

Lo scrittore calabrese Giovanni Sapia accusa, “Baaria copiata”


Una scena dal film “Baaria”

‘La sceneggiatura di Baaria ha delle inspiegabili corrispondenze col mio libro Il romanzo del Casale’ A dirlo lo scrittore Giovanni Sapia. Sapia, calabrese, sostiene che la bozza de ‘Il romanzo del Casale’ era stata presentata alla casa editrice Sellerio, la stessa che ha pubblicato la sceneggiatura di Baaria. ‘Inviai alla Sellerio agli inizi del 2007 – dice Sapia – il testo del mio libro, ma mi fu restituito, dopo numerose sollecitazioni, nel febbraio 2008. Il fatto mi procura grande dolore’. (ANSA)

PONTE: AFFARE A PERDERE PER LE FERROVIE

di Enrico Pisciotta

Il CIPE (il comitato interministeriale per la programmazione economica) ha dato il via libera alla costruzione del ponte sullo stretto, il governo ha sbloccato 8,7 miliardi per le opere infrastrutturali dei quali 1,3 miliardi di soldi pubblici sono destinati al “tentativo” di realizzazione dell’attraversamento stabile fra la Calabria e la Sicilia ma dei decantati investimenti privati non si ha notizia.

La realtà sfiora il ridicolo ma nessuno ne parla: la fattibilità economica resta sulle spalle delle Ferrovie dello Stato, la società più sussidiata d’Italia che non ha neppure i soldi per l’ammodernamento dei  vagoni e da anni persegue l’attivo in bilancio puntando solo sui tagli al costo del lavoro e della sicurezza e compromettendo di fatto la qualità e la quantità del servizio soprattutto al sud. Leggi il seguito di questo post »

19 DICEMBRE – VILLA SAN GIOVANNI – MANIFESTAZIONE NAZIONALE

FERMIAMO I CANTIERI DEL PONTE

LOTTIAMO PER LE VERE PRIORITA’

Mai come in questi ultimi tempi la Calabria e la Sicilia sono state oggetto di attenzione dei media, e non solo a causa delle organizzazioni criminali che continuano a imperversare, grazie anche alle connivenze con le istituzioni locali e nazionali: ad attirare l’interesse dell’informazione, nazionale ed internazionale, è la tremenda serie di disastri “ambientali” provocati da scelte dissennate, imposte a territori fragili geologicamente ed economicamente.

Così a Giampilieri e a Scaletta Zanclea le forti precipitazioni hanno causato devastazioni e morti che si sarebbero potuti evitare se solo si fosse dato ascolto a chi da anni lancia l’allarme riguardo al rischio idrogeologico. Leggi il seguito di questo post »

stato di agitazione di tutti i marittimi precari

di Luigi Bongiorno

La vertenza per la stabilizzazione dei marittimi impiegati da oltre un decennio con contratto a tempo determinato nella flotta navale di RFI, operante nello Stretto di Messina, non ha trovato nessuno sbocco nonostante gli impegni sottoscritti da Rete Ferroviaria Italiana con l’ex Ministro dei Trasporti Alessandro Bianchi, confermati in sede prefettizia in presenza di S.E. Francesco Alecci.

Dell’accordo sottoscritto fra le parti RFI ha sfruttato solo i punti utili all’azienda (riduzione delle tabelle d’armamento) omettendo impunemente di riconoscere la stabilizzazione dei marittimi precari concordata e sottoscritta nei vari tavoli di trattativa, senza suscitare la reazione dei rappresentanti istituzionali cofirmatari degli accordi. Leggi il seguito di questo post »

Pubblicato su Lavoro. Leave a Comment »

L’era della diminuzione

di Edo Ronchi da Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile

Decrescita (www.decroissance.info)

Giuliano Cannata, ambientalista di lungo corso con una rubusta formazione scientifica, ha pubblicato un suo ultimo libro “Si spegne signori si chiude” – “L’era della diminuzione”

Giuliano Cannata ci propone di cogliere la tendenza in atto alla stabilizzazio0ne demografica mondiale e i cambiamenti di prospettiva che derivano da tale novità – Scrive, infatti, Cannata: “si è invece rapidamente instaurato un trend di calo accertato delle nascite ( e quindi un calo della crescita della popolazione, pur se ritardata dall’invecchiamento, che rinvia le morti). Leggi il seguito di questo post »

Cinque scosse sismiche e piccole frane sullo Stromboli

STROMBOLI (MESSINA) – Cinque scosse sismiche, associabili a eventi franosi di piccola entità, sono state registrate nell’area di Labronzo, sullo Stromboli, nelle ultime 24 ore, dai tecnici della sezione dell’Istituto di geofisica e vulcanologia di Napoli (Osservatorio vesuviano) che proseguono a monitorare il vulcano. L’ampiezza del tremore è su valori medio-bassi.

Pubblicato su Uncategorized. 1 Comment »

Ma è «una farsa»

In pompa magna il governo annuncia lo sblocco dei fondi per la costruzione del Ponte sullo Stretto. Il Comitato interministeriale per la programmazione economica
(Cipe) ha sbloccato 8,8 miliardi di euro destinati a opere pubbliche.
Soldi che si moltiplicano come pani e pesci nelle parole del presidente del consiglio e in quelle del ministro Altero Matteoli, arrivando addirittura a «23 miliardi di euro
di opere pubbliche, che in tempi di crisi sono un successo mondiale».
Ma restiamo agli 8,8 miliardi effettivamente sbloccati. Leggi il seguito di questo post »

NASCE LA CASSA DI RESISTENZA DEL NOLU

di Giacomo Di Leo

Il Nucleo Organizzato Lavoratori Uniti (N.O.L.U.), nato sotto l’impulso dei lavoratori messinesi, è un organismo di lotta operaia orientata al Mutuo Soccorso fra lavoratori di diverso settore che hanno compreso l’esigenza di unirsi e sostenersi a vicenda per fronteggiare l’arroganza della classe padronale. Come tale non può restare insensibile alle gravi vicende occupazionali che attraversano la nostra provincia, a partire dal licenziamento dei quattro operai della manutenzione del  Verde Pubblico Urbano impiegati dalle cooperative dell’ATO 3, operai licenziati allo scadere del contratto di settembre per mancanza di fondi al comune. Leggi il seguito di questo post »

La lobby italiana del MUOStro USA di Niscemi

di Antonio Mazzeo

Alt dell’amministrazione comunale di Niscemi all’installazione del nuovo sistema di telecomunicazione satellitare MUOS della Marina militare USA all’interno della riserva naturale “Sughereta”. Con provvedimento firmato dal Capo ripartizione all’urbanistica, indirizzato all’US Naval Air Station di Sigonella, al Dipartimento dell’US Navy di Napoli-Capodichino, all’Assessorato regionale territorio ed ambiente, all’Azienda regionale foreste demaniali, all’Arpa Sicilia ed alla Sovrintendenza ai beni culturali ed ambientali di Caltanissetta, è stato disposto l’annullamento in autotutela dell’autorizzazione ambientale rilasciata il 9 settembre del 2008 per la costruzione del potente impianto a microonde in contrada Ulmo, accanto alla base dell’US Navy oggi utilizzata per la trasmissione degli ordini di guerra alle unità navali e ai sottomarini nucleari in transito nel Mediterraneo e nel Golfo Persico. Leggi il seguito di questo post »

L’INQUINAMENTO E I MORTI PER TUMORE CRESCONO

di Giuseppe Trifirò

Tutti noi abbiamo seguito con il fiato sospeso e con l’animo straziato, la tremenda tragedia del nubifragio di Messina, tutti ci siamo impegnati per far giungere aiuti e solidarietà e tutti abbiamo ascoltato con attenzione i nostri governanti e politici, i quali ripetevano in continuazione – “DISASTRO ANNUNZIATO”.

Questo è stato detto da tutti ed in particolare è stato ribadito dal ministro per l’Ambiente, la nostra siciliana Stefania Prestigiacomo. Sorgono pertanto alcuni  interrogativi: ma se tutti erano a conoscenza, chi doveva intervenire per evitare una siffatta sciagura? Leggi il seguito di questo post »

Pubblicato su Sanità. Leave a Comment »

“ANCORA UNA VOLTA, MALEDETTI VOI….!”

di Alex Zanotelli

Quanto sta accadendo in queste ore a Zingonia, in provincia di Bergamo, è sconvolgente. Centocinquanta famiglie di migranti – che abitano in sei condomini – sono da due giorni senza acqua, dopo l’azione di distacco del gestore A2A. L’azienda lombarda – che è la stessa che gestisce l’inceneritore di Acerra – non ha tenuto in nessun conto la difficilissima situazione economica delle famiglie di Zinconia, molte delle quali con bambini piccoli, tagliando i tubi e mettendo due rubinetti pubblici in strada. Leggi il seguito di questo post »

Pubblicato su Senza categoria. Leave a Comment »