Sciopero della scuola dell’11 e 12 dicembre, i precari non manifestano con la CGIL, ma in un altro corteo

Precari con codice a barre (www.yourban.net)

Venerdì la Flc-Cgil sfilerà da sola: saranno due i cortei che l’11 dicembre si svolgeranno a Roma per protestare contro i tagli all’istruzione e l’approvazione delle riforme sulla scuola. Leggi il seguito di questo post »

Ponte sullo Stretto e mucche da mungere

a cura del Collettivo degli studenti.
MERCOLEDì 9 DICEMBRE ORE 17.30 a Casamatta della Sinistra (via S. Paolo dei Disciplinanti 21)
Presentazione del libro “Ponte sullo Stretto e mucche da mungere – Grandi infrastrutture, servizi pubblici e bolle
speculative”, terrelibere.org edizioni.
Introduce Francesco Maimone (collettivo studenti Casamatta).
Parteciperanno gli autori Antonello Mangano e Luigi Sturniolo. Leggi il seguito di questo post »

“100 piazze per il clima”

La manifestazione “100 piazze per il clima”, promossa in occasione della Conferenza internazionale sul clima, che avrà luogo a Copenaghen il prossimo 12 dicembre, si svolgerà anche a Messina, su iniziativa del Circolo
Arci “Thomas Sankara”, della Uisp e di Legambiente di Messina, sabato 12 dicembre.
I responsabili delle tre organizzazioni presenteranno l’evento messinese giovedì 10 dicembre, alle 9.45, nella saletta Commissioni della Provincia Regionale di Messina. Alla Conferenza stampa sono invitati i rappresentanti
delle istituzioni comunali e provinciali. Leggi il seguito di questo post »

Speciale alluvione a Messina

Ritorno ai contenuti forti e alle denunce per il mensile “Comunità Solidali”, la testata del Cesv – Centro Servizi per il Volontariato di Messina, che analizza le cause del dissesto idrogeologico e del mancato rispetto dell’ambiente, alla base degli effetti tragici dell’alluvione
che ha colpito Messina nel mese di ottobre. Il mensile (on line sul sito www.cesvmessina.it) prende posizione – con l’editoriale del presidente del Cesv e Direttore editoriale Antonino Mantineo – a favore di una nuova politica per i territori e racconta l’impegno dei volontari nell’aiuto
agli sfollati, il coordinamento delle iniziative a sostegno delle persone colpite – ad opera di Cesv, Consulta comunale, Forum delle famiglie e Osservatorio “Lucia Natoli”  – e le iniziative e prese di posizione di
Arci, Avis e Caritas Diocesana. Leggi il seguito di questo post »

Pubblicato su Senza categoria. Leave a Comment »

Lo scrittore calabrese Giovanni Sapia accusa, “Baaria copiata”


Una scena dal film “Baaria”

‘La sceneggiatura di Baaria ha delle inspiegabili corrispondenze col mio libro Il romanzo del Casale’ A dirlo lo scrittore Giovanni Sapia. Sapia, calabrese, sostiene che la bozza de ‘Il romanzo del Casale’ era stata presentata alla casa editrice Sellerio, la stessa che ha pubblicato la sceneggiatura di Baaria. ‘Inviai alla Sellerio agli inizi del 2007 – dice Sapia – il testo del mio libro, ma mi fu restituito, dopo numerose sollecitazioni, nel febbraio 2008. Il fatto mi procura grande dolore’. (ANSA)

PONTE: AFFARE A PERDERE PER LE FERROVIE

di Enrico Pisciotta

Il CIPE (il comitato interministeriale per la programmazione economica) ha dato il via libera alla costruzione del ponte sullo stretto, il governo ha sbloccato 8,7 miliardi per le opere infrastrutturali dei quali 1,3 miliardi di soldi pubblici sono destinati al “tentativo” di realizzazione dell’attraversamento stabile fra la Calabria e la Sicilia ma dei decantati investimenti privati non si ha notizia.

La realtà sfiora il ridicolo ma nessuno ne parla: la fattibilità economica resta sulle spalle delle Ferrovie dello Stato, la società più sussidiata d’Italia che non ha neppure i soldi per l’ammodernamento dei  vagoni e da anni persegue l’attivo in bilancio puntando solo sui tagli al costo del lavoro e della sicurezza e compromettendo di fatto la qualità e la quantità del servizio soprattutto al sud. Leggi il seguito di questo post »

19 DICEMBRE – VILLA SAN GIOVANNI – MANIFESTAZIONE NAZIONALE

FERMIAMO I CANTIERI DEL PONTE

LOTTIAMO PER LE VERE PRIORITA’

Mai come in questi ultimi tempi la Calabria e la Sicilia sono state oggetto di attenzione dei media, e non solo a causa delle organizzazioni criminali che continuano a imperversare, grazie anche alle connivenze con le istituzioni locali e nazionali: ad attirare l’interesse dell’informazione, nazionale ed internazionale, è la tremenda serie di disastri “ambientali” provocati da scelte dissennate, imposte a territori fragili geologicamente ed economicamente.

Così a Giampilieri e a Scaletta Zanclea le forti precipitazioni hanno causato devastazioni e morti che si sarebbero potuti evitare se solo si fosse dato ascolto a chi da anni lancia l’allarme riguardo al rischio idrogeologico. Leggi il seguito di questo post »