Mafia, Grasso: non esclusa mano esterna in morte Falcone

breveon76Potrebbe esserci non solo Cosa Nostra ma anche una ”entità esterna” nell’attentato a Falcone. A rilanciare la ‘lettura’ della strage di Capaci come qualcosa non esclusivamente riconducibile alla mafia è stato il procuratore nazionale antimafia Piero Grasso che ne ha parlato alla Commissione antimafia.

”Non c’è dubbio – ha detto il capo della Dna – che la strage di Falcone e della sua scorta sia stata commessa da Cosa Nostra. Rimane però l’intuizione, il sospetto, che ci sia qualche entità esterna che possa aver dato un appoggio all’attività della mafia”. Grasso ha soprattutto posto una domanda: ”L’attentato ha una modalità chiaramente stragista ed eversiva. Chi ha indicato a Riina questa modalità con cui si uccide Falcone? Finchè non si risponderà a questa domanda – per Grasso – sarà difficile cominciare ad entrare nell’accertamento della verità”. Tornando sul tema della trattativa ‘stato-mafia’, Grasso ha detto che non si tratta di una novità. Infine Grasso ha ricordato che ”oggi Massimo Ciancimino ai giudici dice che il padre avrebbe avuto un altro interlocutore al quale avrebbe dato il ‘papello’: questa persona sarebbe stato un rappresentante dei ‘servizi’ ma le indagini sono in corso e non è stato identificato”. (ANSA).

Governo, Idv-Prc, sfida a Bersani: il 5 -12 in piazza contro Premier

ANTONIO DI PIETRO - PAOLO FERRERO

La vittoria di Pier Luigi Bersani nelle primarie democratiche dovrebbe riaprire la stagione delle alleanze per il Pd, ma la giornata di oggi è bastata per far capire al nuovo leader che la svolta non sarà facile né indolore. Antonio Di Pietro e Paolo Ferrero, rispettivamente leader dell’Italia dei Valori e di Rifondazione comunista, annunciano una manifestazione contro il Governo, Bersani risponde con una sorta di ‘nì’, per ora, attraverso il suo braccio destro Filippo Penati. C’è già un abbozzo di piattaforma politica della manifestazione (dimissioni per “indegnità morale” di Silvio Berlusconi e denuncia della “sofferenza sociale” causata dalla crisi economica), c’è la data, il 5 dicembre, ci sono i due promotori: quanto basta per costringere Bersani a scegliere se inseguire sul suo terreno l’opposizione più nettamente antiberlusconiana o frenare attirandosi l’accusa dipietrista di fare una ‘opposizione morbida’ e ‘inciucista’. Leggi il seguito di questo post »

Petizione on line per salvare Giampilieri

di Sostine Cannata

Giampilieri (www.petizionionline.it)
Giampilieri prima dell’Alluvione
del 1° ottobre 2009

E’ possibile sottoscrivere una petizione on line del Comitato “Salviamo Giampilieri”. La petizione, in aperto contrasto a quanto dichiarato da Berlusconi sulla nascita di una “New Giampilieri Town”, si propone di difendere l’identità di un luogo con una lunga storia alle spalle, di gente con forti radici e sicura identità locale.

L’abbandono forzato di questo villaggio, conseguente alla non messa in sicurezza del territorio, sarebbe come uccidere per la seconda volta quanti hanno pagato a duro prezzo l’inerzia e l’incapacità di amministratori locali e regionali, che ciechi hanno preferito spendere i soldi disponibili per altro, e ancora insistono su obiettivi, leggi Ponte sullo Stretto, lontani dai reali bisogni delle comunità messinesi.

Questo il testo della Petizione:

Il presidente Berlusconi ha parlato della creazione di una “new town”, di un quartiere intero da fare ex novo dopo aver abbandonato il sito storico di Giampilieri. NOI NON CI STIAMO!!!

Lottiamo per rimanere qui, e lo facciamo innanzitutto per i nostri martiri, uccisi dagli effetti di un disastro annunciato… Non è giusto che dopo il loro sacrificio noi dobbiamo andare via!

Ma lo facciamo anche per il nostro paese, al quale siamo legati da un amore forte, profondo, indelebile…

Quello che chiediamo è che provvedano a mettere in sicurezza il territorio, si facciano dei sopralluoghi zona per zona e ci dicano dove è possibile ricostruire e dove non lo è. Troppo facile scaricarsi da ogni responsabilità dicendo che il paese è tutto inagibile!

Ovviamente noi stessi non intendiamo abitare in zone pericolose e case pericolanti, ma pretendiamo che si consolidi il versante montuoso e che si faccia qualcosa di concreto qui e non altrove!

PER FIRMATE LA PETIZIONE CLICCA QUI

EOLICO: SARDEGNA COME SICILIA, CHIESTA INDAGINE COMMISSIONE ANTIMAFIA

Tratta da: http://siracusa.blogsicilia.it
________Fabio Granata, Vice Presidente Commissione Antimafia________

Il vicepresidente della commissione bicamerale Antimafia Fabio Granata e i deputati sardi Mauro Pili e Bruno Murgia (Pdl) sollecitano un’indagine della commissione sul proliferare di richieste di concessione per parchi eolici off-shore in Sardegna. Leggi il seguito di questo post »

NIENTE PIU’ ACQUA AI PALESTINESI, PER L’ONU E’ “INQUIETANTE”

Tratta da: http://equazioni.files.wordpress.com

L’Onu ha definito “inquietante” il rapporto di Amnesty International nel quale si accusa Israele di aver negato ai palestinesi il diritto all’accesso “libero e adeguato” all’acqua potabile. Leggi il seguito di questo post »

Israele/Territori palestinesi occupati: Israele raziona l’acqua ai palestinesi

Tratta da: www.amnesty.it
Ragazza palestinese mentre raccoglie
acqua a Gaza, dove il 90 per cento dell’acqua
disponibile è contaminata e inutilizzabile per
l’uso domestico
©Amnesty International

Amnesty International ha accusato oggi, martedì 27 ottobre, Israele di negare ai palestinesi il diritto a un adeguato accesso all’acqua, mantenendo il controllo totale delle risorse idriche comuni e mettendo in atto politiche discriminatorie, concepite per limitare la disponibilità di acqua e impedire lo sviluppo di infrastrutture idriche operative nei Territori palestinesi occupati. Leggi il seguito di questo post »

SCOPERTA ALL’UNIVERSITA’ DI SIENA UNA MOLECOLA CHE FUNZIONA COME ANTIBIOTICO

Repertorio (www.dsch.univ.trieste.it)

Al dipartimento di Biologia molecolare dell’Universita’ di Siena e’ stata identificata una nuova molecola, il peptide M33, capace di funzionare come potente antibiotico per infezioni da batteri patogeni. I risultati della ricerca sono stati appena accettati per la pubblicazione sulla rivista scientifica FASEB Journal, edita della Federazione Americana delle Societa’ di Biologia Sperimentale. Leggi il seguito di questo post »