ALLUVIONE. ALTRO PUNTO

Il Partito dei Comunisti Italiani comunica che un centro raccolta beni di prima necessità – facente capo al centrale di Viale Giostra, 5, Messina –  è stato attivato a Villafranca Tirrena presso l’Officina Previte nella zona Artigianale di Ponte Gallo, al fine di agevolare gli abitanti della zona tirrenica. Leggi il seguito di questo post »

Muffa, banchi rotti, aule stracolme. La Malascuola dopo i tagli Gelmini

di MARIA NOVELLA DE LUCA da Repubblica.it

Tratta da: http://skuola.tiscali.it

Edifici fatiscenti, attrezzature che mancano, aule sovraffollate.
Ecco le (brutte) sorprese trovate dai bambini italiani al loro rientro in classe

All’inizio i bambini si divertivano. Uscire dalla propria classe con il canottino a remi del mare, per essere traghettati fuori dall’aula allagata e piena di fango, era un fuori programma talmente inconsueto da essere emozionante. E ci vuole poco a far ridere un gruppo di ragazzini che si ritrova a navigare tra i banchi su una scialuppa di salvataggio. Adesso però quando piove e la classe si riempie di melma, i bambini non scherzano più: hanno paura, l’umido fa venire bronchiti, raffreddori e polmoniti. Avviene in Italia, a Palermo, all’istituto materno ed elementare Santo Canale del quartiere Partanna. Qui da alcuni giorni maestri e genitori hanno bloccato l’ingresso della scuola con picchetti e catene. “Non possiamo rischiare la pelle dei bambini ogni volta che piove – dice la dirigente scolastica – gli allagamenti sono continui, l’acqua raggiunge anche gli 80 centimetri e più volte i genitori sono stati costretti a portare fuori i loro figli con i canotti gonfiabili…”. Leggi il seguito di questo post »

La nostra terra frana

Adesso ci sono anche i morti: nel momento in cui scriviamo (ore 23,30 del 6 ottobre), a Giampilieri Superiore, Scaletta Zanclea, Briga Superiore, Altolia e Molino si contano 26 persone morte e un lungo elenco di dispersi a causa della “natura matrigna” si affrettano a dire i nostri governanti( a partire dal sindaco Buzzanca) ai vari livelli di responsabilità, per togliersi di dosso le pesanti e persistenti responsabilità.

Leggi il seguito di questo post »

Messina: annullato festival Sinopoli

In segno di solidarietà con i familiari delle vittime del nubifragio

Giuseppe Sinopoli (www.rodoni.ch)

Il Comitato Taormina Arte annulla le manifestazioni della quinta edizione del Festival Giuseppe Sinopoli, in programma dal 7 al 10 ottobre. La decisione e’ stata presa in segno di solidarietà con i familiari delle vittime del nubifragio di Messina. (ANSA)

“Pescatori di uomini” o favoreggiatori di immigrazione clandestina

di Sostine Cannata

Il Twenty two (http://gianluigidangelo.files.wordpress.com)

Sabato 4 ottobre ad Ovada (AL) è stato assegnato il Premio Testimone di Pace 2009. La cerimonia di premiazione che si è svolta al Teatro Comunale è stata molto partecipata, presenti il senatore Lidia Menapace, Padre Bruno Mioli della Fondazione Migrantes della CEI e il direttore di Radio Rai Tre Marino Sinibaldi, nel ruolo di coordinatore della premiazione. Il Premio è stato assegnato al comandante siciliano Salvatore Cancemi e al suo equipaggio del “Twenty-two”. Leggi il seguito di questo post »

Minori, Unicef: un miliardo di bambini vive in zone di guerra

PHILIPPINES-FLOODS-US MARINE

Nonostante i progressi compiuti, violenza e sfruttamento rimangono una dura realtà nella vita di molti bambini. E’ quanto emerge dal nuovo rapporto Unicef  “I progressi dell’infanzia” dedicato alla protezione dei bambini, presentato oggi dal presidente dell’Unicef, Vincenzo Spadafora.

Più di un miliardo di bambini vive in paesi o territori colpiti da conflitti armati e circa 300 milioni di questi bambini hanno meno di 5 anni. 64 milioni di giovani donne tra i 20 e i 24 anni hanno riferito di essersi sposate prima dei 18 anni. Nel 2007 non è stata iscritta nei registri la nascita di circa 51 milioni di bambini, quasi metà dei quali in Asia Meridionale. Da un’indagine effettuata su 37 paesi, risulta che l’86% dei bambini dai 2 ai 14 anni patisce punizioni fisiche e aggressioni psicologiche”, dichiara Spadafora, presentando alcuni dei dati contenuti nel rapporto. Leggi il seguito di questo post »

Scherma: Italia iridata nel fioretto

861312c7601b478180f6d8d5ebcc65ed

Il fioretto azzurro trionfa ancora una volta. Nella gara a squadre l’Italia conquista il titolo iridato in Turchia battendo la Germania 45-41. In una gara tirata fino all’ultima botta, il quartetto composto da Andrea Baldini, Stefano Barrera, Andrea Cassarà e Simone Vanni ha trionfato meritatamente sugli eterni rivali. E’ stato il campione del Mondo Baldini a mettere le ultime stoccate. Dal 41-41, solamente il livornese toccava fissando il punteggio sul 45-41. (ANSA)

Messina, trovati altri due cadaveri

in105yw6X_20091005Due cadaveri sono stati trovati a Scaletta Zanclea e il bilancio delle vittime dell’alluvione sale a 26 morti. Oggi tutto il paese di Forza D’Agro’ si e’ riunito per i funerali di Roberto Carullo, il sovrintendente della polizia ferroviaria morto nell’alluvione. Il ministro Alfano: ”e’ una tragedia che ha colpito tutto il Paese”. Il presidente del Senato, Schifani ha commemorato in Aula le vittime: ”Ambiente sicuro? Dopo le parole i fatti”. (Ansa, 6 ottobre)

Tre anni fa l’omicidio di Anna Politkovskaya

Il presidente russo Medvedev deve agire per porre fine agli attacchi contro gli attivisti per i diritti umani

Memoriale per Anna Poliktovskaya a Tokyo

Tre anni dopo l’omicidio di Anna Politkovskaya, le violenze e le intimidazioni contro gli attivisti per i diritti umani in Russia e nel Caucaso settentrionale sono ancora in aumento. Lo ha denunciato Amnesty International, che ha scritto una lettera al presidente della Russia, Dmitry Medvedev, sollecitando misure autentiche per porre fine agli attacchi e un impegno concreto per portare di fronte alla giustizia i responsabili. Leggi il seguito di questo post »

Contadino ferito da colpo pistola nel Vibonese, e’ grave

Contro l’uomo, 34 anni, sono stati sparati piu’ colpi d’arma da fuoco

Un contadino di 34 anni, e’ stato ferito gravemente da un colpo di pistola che lo ha raggiunto alla tempia a Oliva di Melicucca’, nel Vibonese. Contro l’uomo sono stati sparati diversi colpi di pistola calibro 7.65. Il ferito e’ noto alle forse dell’ordine ma per vecchi fatti e di scarsa entita’ e non risulta essere inserito in contesti criminali. (ANSA)

Giappone: sale allerta per il supertifone Melor

Per i meteorologi, il supertifone si abbatterà sulle isole nipponiche già stasera

Tratta da: www.asianews.it

TOKYO – Il Giappone si prepara all’arrivo di Melor, il potente tifone nato a nord-ovest del Pacifico che si abbattera’ sulle isole gia’ questa sera. Secondo l’Agenzia meteorologica giapponese (Jma) il tifone, che ora si trova a 300 km a sud delle isole Minami Daito, si dirige a 25 km orari su Okinawa e Amami, dove gia’ in serata sono previste onde anomale fino a 6 m di altezza e 50 mm di pioggia l’ora. Melor (gelsomino in malese), viaggia a una velocita’ esterna di 70 m al secondo e a una interna di 50. (ANSA)

La messinese Cucinotta sulla tragedia: “Sono costernata. E’ come avessero commesso omicidio”

maria-grazia-cucinotta

Sono senza parole. Siamo nel 2009 e ci sono ancora montagne che franano. Forse si sapeva e nessuno ha fatto niente: è come commettere un omicidio” E’ questo il commento dell’attrice Maria Grazia Cucinotta, ai microfoni di Ecotv, sul recente disastro nella sua città natale, Messina: “Sono soltanto molto dispiaciuta e spero che arrivi giù quello che è accaduto in Abruzzo, cioè spero che tanta gente si muova per aiutare il Sud. La maggior parte delle volte accade questo, si pensa che tanto si tratta del Sud e il Sud – sottolinea – non viene considerato importante: una persona che resta senza casa al Sud è importante quanto una persona che resta senza casa al Nord, bisogna aiutare tutti in modo uguale“.

“Si dice che ‘se la sono cercata’. Ma dove la gente è disperata, dove nessuno ti aiuta è facile dire ‘quello ha costruito abusivamente’: se non c’è nessuno che ti aiuta, alla fine – prosegue l’attrice – ti aiuti da solo. E’ facile puntare il dito quando non vivi nella disperazione”.

Maria Grazia Cucinotta sottolinea inoltre l’importanza di trovare dei responsabili: “Bisogna risolvere i problemi e trovare dei responsabili, cioè che le persone responsabili di un territorio si occupino realmente della tutela dei cittadini perché – chiude – è per questo che sono stati chiamati e non soltanto a scaldare una poltrona. Io personalmente mi sto adoperando per istituire un numero di telefono di raccolta fondi per aiutare la popolazione con un semplice sms”. (Apcom)

Disastro di Messina, ultimo aggiornamento: 25 le vittime, 10 i dispersi

in105ywjX_20091005L’ultimo bilancio del nubifragio di Messina è di 25 vittime e 10 dispersi. Lo ha riferito il capo della Protezione civile, Bertolaso. Il bilancio definitivo ”dovrebbe essere di 35 vittime, visto che per i 10 dispersi non c’e’ nessuna speranza che siano trovati in vita”, ha riferito Bertolaso al Senato. ”Prima del nubifragio – ha detto – il sistema siciliano era stato allertato”.

Sabato, nella Cattedrale di Messina, saranno celebrati i funerali solenni delle vittime dell’alluvione.

(Ansa, 6 ottobre)

Venerdì 9 Ottobre 2009 SCIOPERO Nazionale della SCUOLA

di Stefano d’Errico (Segretario Nazionale del sindacato l’AltrascuolA Unicobas)

MANIFESTAZIONE sotto il Ministero della Pubblica Istruzione, Viale Trastevere, Roma – ore 10

Il decreto sui PRECARI passato al Consiglio dei Ministri è assolutamente inaccettabile. I contratti di “disponibilità” obbligano ad una flessibilità totale, quindi al deprofessionalizzante “tappabuchismo spicciolo”, con l’unica certezza di una retribuzione pari al 70% dello stipendio. Leggi il seguito di questo post »

“Ipermercati nelle mani dei boss”

“Vi siete chiesti come sia possibile che non solo sorgano tanti centri commerciali, ma soprattutto che siano in grado di praticare prezzi tanto bassi? La risposta è semplice: possono farlo perché coprono le perdite con i soldi sporchi del pizzo e dell’usura”. E’ la denuncia dell’imprenditore palermitano Rodolfo Guajana salito sul palco del Festival della legalità, in corso a Palermo. mafGuajana è il titolare di una azienda di ferramenta distrutta, due anni fa, da un attentato del racket delle estorsioni. Oggi ha incontrato gli studenti di alcune scuole del capoluogo insieme ad altri due imprenditori che, come lui, si sono ribellati al racket delle estorsioni: Vincenzo Conticello e Ignazio Cutrò.

(D.B.)