Le donne preferiscono gli uomini alti con spalle larghe

ciccione_su_una_barca

Altezza e spalle larghe ma anche odore del sudore e stile di ballo. Sono i fattori che spingono le donne a far l’amore con gli uomini.

In un libro (‘Perche’ le donne fanno sesso?’) due psicologi britannici cercano di capire cosa in un uomo fa girare la testa alle donne.

In cima alla lista ci sono gli alti con spalle larghe e fianchi stretti. Irresistibili come quelli con lineamenti duri.

Fondamentali, infine, l’odore del sudore e lo stile del ballo.

(ANSA)

Casa: Sunia, 500 euro a posto letto

Fino a 700 euro al mese per una stanza singola, 500 euro per un posto letto agli studenti universitari: l’analisi e’ del Sunia. Il sindacato degli inquilini parla di ‘affitti cari, senza regole o tutele; le offerte che vengono fatte agli studenti universitari fuori sede contengono tutta una serie di violazioni, clausole-capestro e vessatorie’. Milano e’ la citta’ piu’ cara, segue Roma: 600 euro per camera singola, 450 euro invece per un posto letto in stanza da condividere con altri. (ANSA)

Maltempo: stato di massima allerta al Centro-Sud

MALTEMPO A ROMA

E’ stato di massima attenzione per il maltempo al Centro-Sud. Il Dipartimento della Protezione Civile ha disposto l’attivazione preventiva delle strutture di presidio del territorio per l’ondata di maltempo, già segnalata con l’emissione di un avviso di avverse condizioni meteorologiche, che nelle prossime ore subirà un ulteriore marcato peggioramento, in particolare su Sardegna, Sicilia, Calabria, Basilicata e Puglia.

Alla luce dei quantitativi di pioggia previsti, in alcuni casi anche elevati, e della condizione dei terreni e dei corsi d’acqua, già interessati dalle precipitazioni da alcuni giorni, la Protezione civile ricorda alcune precauzioni da adottare per evitare, a quanti si trovassero nelle zone colpite da temporali di forte intensità, di esporsi ai rischi rappresentati dalle possibili improvvise piene dei fiumi e dei torrenti e dai locali allagamenti che potrebbero verificarsi: evitare di usare l’automobile se non in casi di grave urgenza e, comunque, usare la massima prudenza nella guida riducendo la velocità e aumentando le distanze di sicurezza.

Se si è in viaggio e ci si rende conto che la precipitazione è molto violenta è consigliabile fermarsi e trovare riparo nello stabile più vicino e sicuro; è molto pericoloso transitare o sostare lungo gli argini dei corsi d’acqua sopra ponti o passerelle per vedere la piena; fare attenzione prima di percorrere sottopassaggi e non cercare di spostare le autovetture se investite da masse d’acqua, ma raggiungere il punto rialzato più vicino; nel caso di un principio di allagamento dello stabile in cui ci si trova, spostarsi immediatamente ai piani più alti, prestando aiuto ad anziani e disabili.

La Protezione civile, inoltre, consiglia a quanti abbiano programmato per le prossime ore escursioni o attività diportistica nelle zone e nei tratti di mare interessati dall’avviso di avverse condizioni meteorologiche di astenersi da tali programmi, oppure di usare particolare attenzione e di informarsi preventivamente, attraverso i normali canali dedicati, sulle condizioni del tempo previste nelle località che si intende raggiungere.

Per i trasporti marittimi, viste le attese condizioni meteo-marine, sono possibili disagi nei collegamenti, in particolare con le isole minori. (Apcom)

41 anni oggi dalla morte di Padre Pio da Petralcina

San Pio da Pietrelcina, noto anche come Padre Pio da Pietrelcina, al secolo Francesco Forgione (Pietrelcina, 25 maggio 1887San Giovanni Rotondo, 23 settembre 1968), è stato un presbitero italiano.

Religioso dell’Ordine dei Frati Minori Cappuccini, nel 2002 è stato proclamato santo da papa Giovanni Paolo II: la suapadrepio memoria liturgica viene celebrata il 23 settembre, anniversario della morte. È stato destinatario, ancora in vita, di una venerazione popolare di imponenti proporzioni, anche in seguito alla fama di taumaturgo da lui acquisita derivante da presunte capacità soprannaturali attribuitegli, ma è stato anche fatto oggetto di forti critiche e di sospetti in ambienti ecclesiastici e no.

Noi non intendiamo indagare ulteriormente su tutto ciò né crediamo sia compito nostro: è piuttosto materia di fede che lasciamo ai credenti o di semplice curiosità scientifica da parte di eventuali studiosi. Da cronisti non possiamo però che constatare, come tutti, quanto il fenomeno Padre Pio sia divenuto imponente: è venerato praticamente ovunque ed a molti il solo pensare in lui reca conforto.

“Farò molto più rumore da morto che da vivo”, pare lo stesso abbia a un certo punto affermato: così è effettivamente andata e rinnegato o meno, volente o nolente, oggi egli continua a contribuire fortemente nel rinnovare un mistero di fede con una forza attrattiva che evoca quella del poverello d’Assisi, del Cristo medesimo, della parte quindi più genuina della Chiesa medesima e specialmente tra i più semplici, che affollano i luoghi di culto (Petralcina, San Giovanni Rotondo) che furono i siti nei quali soggiornò il frate o al padre rivolgono il proprio pensiero e le proprie suppliche, ma non soltanto tra essi, poiché la venerazione del frate di Petralcina é persino… trasversale tra ceti sociali, ideologie politiche, differenze d’età con veri e propri… fan anche tra chi magari non ci aspetteremmo e prende davvero tanti.

Dal suo operare nacque anche, come molti sapranno, un ospedale tra quelli indicati quali modello di buona sanità.

Ci sembrava giusto, quindi, ricordare questo personaggio, per quanto controverso e discusso, indubbiamente positivo, confortante per tanti, a tratti misterioso e financo… affascinante, nel 41esimo della sua morte.

Pace e Amore Padre: per lei e per noi tutti. (S.I.)

(Fonte: Wikipedia)

 

I plebisciti truccati

di saro visicaro per la mozione Marino

Soltanto grazie alla consolidata prassi dei partiti a conduzione padronale si possono ottenere adesioni bulgare del 90% nelle assemblee politiche. Quello che sta avvenendo a Messina e in buona parte della Sicilia dimostra che a queste latitudini il Partito Democratico  vuole continuare ad essere marginale e chiuso al cambiamento riformatore e progressista. Leggi il seguito di questo post »

CHIUSURA DELLE CUCINE AL GIOVANNI XXIII

di Renato Bellofiore e Jacopo Rizzo

Da stamattina sono state chiuse le cucine del Giovanni XXIII che rifornivano tutti i nosocomi della Piana e il servizio è stato affidato ad una ditta esterna.

Quindi continua la strategia di depotenziamento nei confronti dell’Ospedale di Gioia Tauro nonostante le direttive regionali lo abbiano strategicamente designato come il Polo costiero  nel quale concentrare l’offerta sanitaria nella Piana in attesa della realizzazione dell’Ospedale Unico. Leggi il seguito di questo post »

Pubblicato su Sanità. Leave a Comment »

Pedaggio di Orto Liuzzo

Alla ripresa dei lavori autunnali della Camera dei Deputati, l’On. Scilipoti dell’ Italia dei Valori ha presentato la sua trentatreesima interrogazione a risposta scritta(A.C.4/04256 21 settembre 2009 seduta 217), sul pagamento del pedaggio autostradale dell’uscita Orto Liuzzo – Villafranca Tirrena. Leggi il seguito di questo post »

Piano di Zona: rischi socio-sanitari

Anche i sindacati confederali dei pensionati di Cgil,
Cisl e Uil di Messina hanno rivolto dure critiche al servizio di assistenza
e in particolare al Comune di Messina, capofila del Distretto
socio-sanitario, che ha definito il piano di zona mettendo così a rischio i
finanziamenti per i prossimi anni dopo più di tre mesi dalla prima scadenza. Leggi il seguito di questo post »

Pubblicato su Sanità. Leave a Comment »

Abusi sessuali su minorenne, condannato un uomo di 88 anni

I giudici della corte d’appello di Messina hanno confermato la condanna a 6 anni inflitta in primo grado ad Alfio Lo Bo, 88 anni, di Mongiuffi Melia, accusato di abusi sessuali su minore. La vicenda giudiziaria ebbe inizio nel 2004, a seguito della denuncia di una donna, madre di una bimba di 6 anni, che dichiarò che la propria bambina aveva subito le molestie dell’uomo.
Secondo quanto accertato dalle indagini, Alfio Lo Bo approfittando delle momentanee assenze dei genitori della bambina, l’avrebbe più volte molestata. Questo determinò atteggiamenti strani nella vittima che insospettirono la madre. Da qui la denuncia e le successive visite psicologiche che confermarono gli abusi sessuali subiti.

Prezzi: speculazioni sul pane, denuncia Codacons

c93138f070c7734900c4196998058dd0

Individuare, alla luce del reato di aggiotaggio, i responsabili delle speculazioni sul prezzo del pane, della pasta e dei cereali. Lo chiede il Codacons in un esposto presentato a 104 Procure, invitando i magistrati a disporre il sequestro presso i panifici delle bolle di acquisto di grano e farina,per verificare le differenza tra i costi delle materia prime e i prezzi al dettaglio dei prodotti finiti. Che sono rincarati mediamente dell’1% nonostante il calo delle quotazioni del grano. (ANSA)

Porta il cagnolino in spiaggia, multa da 1.047 euro a Senigallia: “Boicottiamola”, é l’appello degli animalisti

52118_4804ab679b62d1c5f32967037

Quella che doveva essere una semplice passeggiata in spiaggia con la propria nipotina ed il piccolo cane di razza pincher nano si è trasformata in un vero e proprio incubo per un cinquantenne di Senigallia, che si trova ora a distanza di due anni dal giorno della contravvenzione a dover pagare una multa di 1.047 euro comminata dai vigili di Senigallia ridente cittadina marittima in provincia di Ancona.

La multa è stata comminata con la seguente motivazione: “In quanto conduceva il proprio cane di razza ‘chiuaua’, taglia piccola, colore marrone, tenendolo al guinzaglio lungo la battigia sulla spiaggia di questo comune, nei pressi del lungo mare Mameli antistante il civico 251 (dove abita il multato) nonostante il divieto imposto”.

E’ chiaro, nota l’Aidaa che denuncia il fatto, che si tratta di “un’aberrazione e di una applicazione restrittiva degli articoli del regolamento per l’utilizzazione del litorale marittimo per finalità turistiche e ricreative del comune di Senigallia e di una interpretazione la cui validità verrà sottoposta al locale Giudice di Pace nei prossimi giorni”.

Oltre al sostegno al malcapitato, l’Aidaa invita tutti i turisti che hanno un cane a “boicottare Senigallia e a scegliere altri lidi per passare le loro prossime vacanze”. (Apcom)

Tennis, Atp Bucarest: Fognini ai quarti

epa23yckX_20090923

 

Fabio Fognini si e’ qualificato per i quarti di finale del torneo Atp di Bucarest battendo 6/4 7/6(7-3) lo spagnolo Nicolas Almagro.

L’atleta ligure, che ieri aveva superato un altro iberico, Daniel Gimeno-Traver, affrontera’ venerdì un altro spagnolo, Albert Montanes, autore dell’eliminazione al primo turno di Potito Starace.

Il torneo di Bucarest e’ dotato di 450 mila euro di montepremi.

(Ansa, 23 settembre)

Sindacati: “Ospedali siciliani inadeguati”

La Cimo Asmd Sicilia denuncia la gravità dell’inadeguatezza delle strutture sanitarie esistenti in alcune province siciliane dinanzi a un’emergenza – quella dell’influenza A – che si fa, di giorno in giorno, più palese e aggressiva. Nell’ospedale Sant’Antonio Abate di Trapani funziona un day hospital di malattie infettive dal lunedì al venerdì, mentre il reparto di Pneumologia non dispone di posti in isolamento. Il paziente di Partanna, prima di essere trasferito in Rianimazione, è rimasto per due giorni ricoverato in Pneumologia assieme ad altri cinque pazienti, con il rischio di diffondere la patologia. I medici siciliani – continua la nota – si trovano oggi esposti al rischio di dover affrontare questa emergenza senza mezzi e senza linee guidaospedale(1).

Pubblicato su Sanità. Leave a Comment »

Nuovo sequetro della Dia ai fratelli Nicola e Domenico Pellegrino

La Dia, su disposizione del pm Angelo Cavallo, ha sequestrato computer, documentazione e strumenti d’azienda nelle sedi delle imprese Pellegrino, gestite dai fratelli Nicola e Domenico.  Oggi è scattato il sequestro probatorio di mezzi d’opera, atti e computer che si trovavano nelle sedi delle imprese. Dopo i sigilli scattati a fine giugno, il Tribunale aveva sospeso i fratelli Pellegrino dai rapporti bancari e dalle cariche societarie. Nel giugno scorso la sezione Dia di Messina aveva posto sotto sequestro le  imprese Sicilia Scavi, Messina calcestruzzi, Messina beton, Marina srl, 20 conti correnti, 3 polizze assicurative, 39 tra appezzamenti di terreno ed abitazioni, 40 mezzi e due impianti di produzione di calcestruzzi.

INFLUENZA A: SINDACO, ALTRO CASO CONFERMATO MESSINA

Lo studente di 17 anni ricoverato nel policlinico di Messina è affetto dal virus dell’influenza A. Lo dice il sindaco di Messina Giuseppe Buzzanca. “Si deve sottolineare – ha precisato il sindaco – che il preside del liceo molto diligentemente mi ha subito avvertito, visto anche il mio ruolo anche di massima autorità sanitaria della città. A mia volta ho avvertito il direttore generale del Policlinico, Giuseppe Pecoraro, che si è subito messo a disposizione con tutta la struttura sanitaria attivandosi nel modo migliore”. Nel prossimo incontro con la unità di crisi che si svolgerà il prossimo lunedì al Comune, il sindaco chiederà che venga mandato a Messina un kit per eseguire gli esami per verificare la presenza del virus in loco. “Oggi – conclude – ho parlato con il vice ministro Fazio, che ha concordato che non bisogna creare allarmismi e stare tranquilli”. Il sostituto procuratore di Messina, Adriana Sciglio, ha intanto cominciato gli interrogatori dei testimoni e degli indagati nell’ambito dell’inchiesta sulla morte di Giovanna Russo, 46 anni, deceduta nell’ospedale Papardo per avere contratto il virus A-H1N1. Intanto anche gli ispettori del ministero della Salute e della Regione dopo avere sentito ieri per otto ore i medici che hanno avuto in cura la donna e alcuni familiari, sono a lavoro per verificare se durante il ricovero della paziente siano stati seguiti i protocolli previsti dal ministero per fronteggiare l’influenza A-H1N1.

Pubblicato su Sanità. Leave a Comment »