Scuola: Nas, un terzo delle mense è irregolare

Problema piu’ comune e’ qualita’ cibo, che non rispetta standard

Tratta da: www.comune.sanpietrovallemina.to.it

Nelle mense scolastiche l’infrazione piu frequente riguarda il cibo: scadente, non a norma rispetto agli standard previsti dagli appalti. Lo hanno riscontrato i Nas nei controlli realizzati da gennaio ad agosto, che hanno verificato irregolarita’ in circa un terzo dei 178 istituti ispezionati. Chiuse 15 strutture, due mense e 3,6 tonnellate di cibo sequestrate. Denunciate 28 persone. Sono state 101 le infrazioni accertate.

(ANSA)

Calcio, Campionati minori: serata da incubo per le peloritane

di S.I.

04%20Campo%20Calcio%20a%207%20sul%20Campo%20a%2011

Esordio non fortunatissimo in serie D per l’Acr Messina che, al San Filippo, riesce solo ad impattare a reti bianche con un solido Modica: é ancora presto per poter dire alcunché di definitivo ma sembrerebbero palesarsi ancora dei difetti di condizione oltre agli usuali limiti in attacco che hanno caratterizzato le prime squadre messinesi dell’ultima fase: staremo a vedere e speriamo di sbagliarci. Buon pareggio del Milazzo a Reggio Calabria, con l’Hinterreggio per 1 a 1. Vanno però un pò tutte male le siciliane, ad eccezione del Trapani che batte 3-1 i calabresi del Castrovillari e dell’Adrano che regola con identico punteggio un’altra calabrese, la Rossanese. Sconfitti anche Nissa e Mazara, entrambi per 2 a 1, rispetivamente in casa di Palazzolo e Viribus Unitis. Tra le calabresi, vincono bene la Vigor Lamezia a Sapri, per 1 a 0 ed il Rosarno, che batte nettamente (2 a 0) l’Acicatena.

In Eccellenza, fermo il campionato, si disputa il ritorno di Coppa Italia tra il Camaro e l’Acireale al Celeste di Messina. La partita, alla fine dei tempi regolamentari, termina 1-1, stesso punteggio dell’andata. Ospiti in vantaggio con Zumbo, nella ripresa il pareggio di Gugliotta. Si va direttamente ai rigori, senza supplementari. E ad avere la meglio è l’Acireale che porta a casa la qualificazione. Leggi il seguito di questo post »

Morta dopo scippo a Messina: il sindaco Buzzanca, valuteremo l’ipotesi delle ronde

Ieri un’anziana è deceduta dopo che le è stata rubata la borsa

Tratta da: www.mentecritica.net

”Ho parlato con il prefetto di Messina dell’eventualità di portare avanti anche qui l’ipotesi delle ronde”, così il sindaco Buzzanca. ”E’ veramente molto grave quanto è accaduto”, ha detto il sindaco di Messina riferendosi alla morte dell’anziana deceduta per un malore dopo che le è stata rubata la borsa in via Garibaldi a Messina. ”Non è più tollerabile che alcuni balordi di qualunque nazionalità siano – ha detto Buzzanca – possano attentare alla libertà e alla vita dei messinesi”.

(ANSA)

Calcio, Campionati professionistici: riassunto della giornata

di S.I.

untitled

Ferma la serie A per la sosta dedicata alla Nazionale, vittoriosa ieri in Georgia, sono protagonisti di questa domenica di grande calcio il campionato cadetto e le altre serie.

In B la sorpresa Frosinone continua a dare spettacolo, con la terza vittoria consecutiva, imponendosi anche a Lecce, ovvero in casa di una delle protagoniste accreditate all’inizio dello stesso campionato e s’invola da sola al comando a punteggio pieno. Per onor del vero, i padroni di casa giocano una prima mezz’ora di gran calcio, passando in vantaggio e sfiorando la rete in almeno 4 occasioni, cogliendo anche due pali (ed un terzo nel secondo tempo) ma il Frosinone ha il merito di non disunirsi ed una reazione da grande squadra, riuscendo a ribaltare il risultato in virtù di una manovra con velocissime composizioni strutturate in zona gol, segno di un grande lavoro compiuto negli allenamenti e di una grande vitalità. Il Brescia, che riesce ad avere ragione per una rete di scarto di un coriaceo Toro e l’Ascoli, che piega 2 a 1 nel finale ma meritatamente un Mantova, sorprendentemente passato in vantaggio, inseguono a due punti. Ennesima sconfitta (stavolta ad Empoli e per 3 ad 1) per un Crotone che ha solo raccolto un punto in 3 partite,  ed onore delle squadre calabresi che sarà difeso, martedì prossimo nel posticipo, dalla Reggina che ospiterà il Vicenza.

In Prima Divisione, gran colpo esterno del Cosenza che supera 2 a 1 il Giulianova e si rilancia a ridosso delle prime 3 della classifica, guidata dalla Ternana.

In Seconda Divisione, buono il bilancio per le squadre siciliane impegnate nel girone meridionale della serie: il Siracusa é sempre più saldamente al comando, con 9 punti, dopo la vittoria ottenuta in trasferta a spese della Vibonese, inseguito dal Gela, che regola 2 a 0 la Scafatese;  pareggio interno (2 a 2) per l’Igea Virtus, la simpaticissima squadra di Barcellona Pozzo di Gotto, con il forte Brindisi. Riguardo alle calabresi, già detto della sfortunata prova della Vibonese, arriva un ottimo pareggio esterno (2 a 2) per il Catanzaro, che consente ai giallorossi calabresi di mantenere la seconda posizione con Gela e Monopoli, due punti alle spalle della capolista Siracusa.

Malmenano una coppia di coniugi e costringono la donna a prostituirsi

Arrestati due romeni e un italiano nel cosentino

Tratta da: www.pupia.tv

Avrebbero aggredito e malmenato una coppia di romeni obbligando la donna, con la violenza, a prostituirsi. Tre persone, due romeni e un italiano, sono stati arrestati dai carabinieri con l’accusa di violenza privata, lesioni personali aggravate e violazione di domicilio. La vicenda e’ accaduta nella frazione marina di Schiavonea di Corigliano Calabro.

(ANSA)

Reagisce a rapinatori, ferito commerciante con colpo pistola

E’ accaduto a Reggio Calabria al titolare di una tabaccheria

Il titolare di una tabaccheria e’ stato ferito con un colpo di pistola all’addome nel corso di una rapina a Reggio Calabria. Ieri sera Domenico Crapanzano (43 anni) stava chiudendo il negozio quando e’ stato avvicinato da 2 persone che hanno cercato di portargli via l’incasso della giornata. Alla reazione del tabaccaio uno dei 2 malviventi ha sparato un colpo con una pistola all’addome che ha raggiunto l’uomo all’addome. Crapanzano e’ stato operato, ma non e’ grave.

(ANSA)

Incendiati uffici attigui all’azienda di acque minerali Certosa

Nel Vibonese i vigili spengono le fiamme limitando danni

Alcuni sconosciuti hanno incendiato a Polia gli uffici attigui allo stabilimento d’imbottigliamento di acque minerali Certosa. Le fiamme hanno distrutto documenti e materiale d’archivio. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco di Vibo Valentia limitando i danni del rogo che si sarebbe potuto propagare. Sulla vicenda indagano i carabinieri che hanno avviato le indagini.Da qualche tempo l’attivita’ produttiva dell’azienda e’ ferma e i circa 30 dipendenti sono senza lavoro.

(ANSA)