Chiudono familiare in bagno in mezzo escrementi, arrestati

prigionieri-del-silenziox224I carabinieri hanno arrestato una donna di 49 anni e il marito di 59 anni con l’accusa di sequestro di persona, maltrattamenti e abbandono di persona incapace. I due avevano rinchiuso in un bagno – stanzino il padre della donna di 81 anni non vedente . I carabinieri dopo una segnalazione lo hanno liberato entrando nell’abitazione al villaggio di Santa Margherita, a Messina. L’anziano, pensionato, impossibilitato a badare a se stesso, viveva con la figlia da sette anni. Era disidratato, ed  è stato immediatamente trasferito al Policlinico, dove i medici hanno stabilito che si trovava in quelle condizioni da almenoun anno. Secondo i militari dell’Arma uno dei motivi che potrebbero aver spinto i familiari a segregare l’anziano sarebbe stato la possibilità di usufruire della pensione dell’uomo. La figlia arrestata insieme al marito dai carabinieri, aveva infatti in custodia il padre e andava personalmente a prelevare la pensione di 1.500 euro.

MESSINA senza PONTE

Per una NUOVA POLITICA MERIDIONALISTA  che combatta il clientelismo e la tradizione baronale degli investimenti. Contro gli ostacoli che impediscono al Mezzogiorno di cambiare e di liberarsi dalle oligarchie politiche e criminali. Per uno sviluppo che sia anche virtuoso e capace di investimenti innovativi. MESSINA senza PONTE,  dal maggio 2002, porta avanti iniziative e campagne di informazione per i cittadini.

(Messinainmovimento)

Aggredisce l’ex moglie, 29enne finisce in manette

GIOIOSA MAREA (MESSINA) – Un giovane di 29 anni, F. P., di Gioiosa Marea è stato arrestato dai carabinieri in flagranza di reato, con l’accusa di maltrattamenti in famiglia, lesioni personali e danneggiamento. L’indagato è accusato di aver aggredito l’ex moglie, dalla quale si era separato da diverso tempo, perché trovata in compagnia di un uomo, anche lui picchiato. Poi ha danneggiato una delle automobili delle vittime. Il giudice ha concesso gli arresti domiciliari.

Inutile e dannoso il ponte sullo Stretto

Giacomo Russo Spena – il manifesto

Le adesioni aumentano di ora in ora. E la voglia di protestare, dopo la recente approvazione del decreto anticrisi che stanzia 1,3 miliardi di euro per l’opera, non manca. Malgrado il caldo agostano. Sono previste almeno 5mila persone – non poche – al corteo di sabato contro il ponte sullo Stretto (appuntamento alle ore 18 a piazza Cairoli, Messina). Leggi il seguito di questo post »