Omicidio Alfano: Csm avvia traferimento Pm Canali


(Nella foto, il giornalista Beppe Alfano)

Olindo Canali, sostituto procuratore di Bacellona Pozzo di Gotto, rischia di dover lasciare il suo ufficio e anche le funzioni di pm. Infatti la Prima Commissione del Csm ha aperto nei suoi confronti la procedura di trasferimento d’ufficio per incompatibilità ambientale e funzionale, contestandogli tra l’altro la frequentazione di personaggi legati a organizzazioni criminali.
Il magistrato in una lettera aveva espresso perplessità sulla colpevolezza di Pippo Gullotti, condannato all’ergastolo per l’omicidio del giornalista Beppe Alfano, processo in cui era il pubblico ministero.
Canali adesso dovrà difendersi il 15 settembre prossimo quando sarà ascoltato in un’audizione, con l’eventuale assistenza di un collega nelle vesti di difensore.
La vicenda della lettera secondo la Commissione, è sintomo, assieme ad altri comportamenti del magistrato, di un modo distorto di concepire il suo ruolo: invece di esternare i suoi dubbi sull’attendibilità del pentito Maurizio Bonaceto che era stato determinante per la condanna di Gullotti e sulla stessa effettiva responsabilità di questi nell’omicidio Alfano in una lettera destinata a un privato, Canali avrebbe dovuto segnalare il caso agli organi competenti. Come pure la Commissione gli contesta lo scambio di corrispondenza con il professore Adolfo Parmaliana, che si suicidò l’anno scorso: spingendosi sino a esprimere giudizi e dar notizia su procedimenti in corso su denunce su fatti di mafia che lo stesso docente aveva fatto, il magistrato avrebbe violato il dovere di riserbo.
Sempre secondo il Csm Canali avrebbe avuto rapporti con il medico Salvatore Rugolo, figlio del boss Francesco e cognato di Gullotti: il pm non poteva non sapere della sua appartenenza a organizzazioni criminali o quanto meno non si è informato come avrebbe dovuto sul conto di chi frequentava. Su questa vicenda ci fu anche un’informativa dei carabinieri; quando Canali lo seppe compì – gli contesta la Commissione – una sorta di blitz nella sale delle intercettazioni, studiando i volti dei presenti.
Canali già due mesi fa,probabilmente avvertendo il rischio di un trasferimento d’ufficio, aveva chiesto spontaneamente al Csm di essere destinato a altre procure siciliane.

(Fonte: http://www.fascioemartello.it)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: