Calcio, Coppa Italia: Palermo sfortunato, vince l’Inter. Blitz antinuclearista di Greenpeace

Finisce 3-1 la finale di ‘Coppa Italia’ tra Inter e Palermo. Una bella partita, molto intensa, condotta quasi sempre dai siciliani. Ma l’Inter ha un’arma in più: quel Samuel Eto’o che ha segnato una doppietta, e che ha colpito una traversa su punzione. 37 gol per lui quest’anno.
Di Milito e Munoz le altre due reti. Ottima prestazione anche di Julio Cesar nei nerazzurri.
Peccato per il Palermo che ce l’ha messa veramente tutta.
 
Blitz degli ambientalisti di Greenpeace nel corso della finale, intanto, allo stadio ‘Olimpico’ di Roma. Cinque attivisti, durante il primo tempo dell’incontro, hanno calato dalla copertura della ‘Tevere’ un grande striscione con la scritta ”Da Milano a Palermo fermiamo il nucleare”, firmato Greenpeace. (Fonti: Salvagente.it e Ansa, 29 maggio)

Calcio: Domani la finale di Coppa Italia tra l’Inter ed un sorprendente Palermo

Snobbata per gran parte del cammino (almeno fino ai quarti di finale), domani la ‘Coppa Italia’ premierà una tra Inter e Palermo, le squadre che più di tutte, tra le 78 partecipanti, hanno voluto la finale. E le altre staranno a guardare l”Olimpico’ pieno (70.000 i biglietti venduti), magari con qualche rimpianto. Nella stagione che ha visto le italiane recitare la parte delle comprimarie in Europa, la Coppa nazionale resta comunque un bel traguardo, di quelli che restano negli almanacchi e fanno la storia di una società. Leggi il seguito di questo post »

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.