SPETTACOLI: PRESENTATO IL CIRCUITO DEL MITO 2011


 

Fontana della Vergogna e Piazza Pretoria - Palermo ©NuovoSoldo.it

Centosettantasei produzioni, 590 serate, tra musica, danza, teatro, magia e mostre, in oltre 100 location in tutta l’isola. E’ il Circuito del Mito, che animera’ l’estate siciliana, da luglio fino a ottobre inoltrato. Il cartellone della rassegna culturale, nata da un’idea di Franco Zeffirelli nel 1998, e ripresa dall’assessorato regionale al Turismo, e’ stato presentato stamattina a palazzo d’Orleans dal presidente della Regione, Raffaele Lombardo, dall’assessore al Turismo, Daniele Tranchida, e dal direttore artistico Giancarlo Zanetti. Erano presenti anche il dirigente generale del dipartimento Turismo, Marco Salerno, e il funzionario delegato Filippo Nasca, dirigente del Servizio turistico regionale di Palermo. Il Circuito del mito e’ finanziato con i fondi comunitari del programma operativo Fesr 2007/13. Un cartellone che comprende grandi nomi dello spettacolo nazionale e internazionale, da Joe Cocker (a Taormina il 26 luglio) a Goran Bregovi ch (ad agosto a Giardini Naxos, Tindari, Palermo) a Noa (il 27 luglio al teatro antico di Segesta), per continuare, tra gli altri, con Irio De Paula, Roy Paci, Andrea Mingardi, Sergio Caputo, ma anche artisti e gruppi siciliani, come Giuseppe Milici e Francesco Buzzurro. Tra le location, alcuni degli angoli piu’ suggestivi dell’isola, come i teatri antichi di Taormina e Segesta, il Castello a mare di Palermo, il castello Maniace di Siracusa o, ancora, il duomo di Cefalu’, chiese e persino fari. Nella rassegna, gli spettacoli dei piu’ diversi generi di musica, dalla contemporanea alla classica, all’opera, fino al jazz e al blues, al musical e ai canti bizantini, ma anche danza, con l’esibizione del New York ballet e il balletto di Mosca, il teatro, la poesia, il cinema. In programma, quest’anno, anche spettacoli di magia. Spazio anche alla mostra di Hugo Pratt e al suo personaggio Corto Maltese (16 settembre – 16 ottobre, Palazzo Scimone a Scicli) e a Second life, a Palermo, con l’esp osizione di opere realizzate attraverso il riuso di materiali. Per il presidente della Regione, Lombardo, “c’e’ la possibilita’, seguendo l’itinerario di eventi e delle location dove si svolgeranno, di trascorrere un’estate insuperabile. E’ un’offerta che ha pochi uguali in Europa.

Possiamo dare una mano al nostro turismo, scoprendo posti meravigliosi e spesso poco conosciuti”. “Un’offerta variegata, indirizzata – ha detto l’assessore Tranchida – a gusti diversi e a generi difformi. L’eterogeneita’ e’ uno dei punti di forza del Circuito del mito, accanto alla caratteristica di rendere fruibili luoghi e monumenti straordinari, incrementando i flussi turistici verso la Sicilia”. “Il Circuito del mito – ha detto Zanetti – e’ nato proprio per convogliare il turismo nelle zone prelibate della Sicilia. Ho cercato di collegare le citta’ con particolari generi artistici. Marsala, ad esempio, per tre giorni, dal 18 al 20 agosto, diventera’ la citta’ della magia”.

 

Circuito del Mito 2011, luglio – ottobre 

Centosettantasei spettacoli, 590 serate. Musica, danza, mostre, poesia, rassegne polivalenti, cinema, teatro e magia. E’ il Circuito del Mito 2011, il cartellone culturale nato da un’idea di Franco Zeffirelli nel 98 e ripreso dall’Assessorato regionale al Turismo, Sport e Spettacolo nel 2010. Un evento realizzato grazie ai fondi del Po Fesr 2007 -2013 che prenderà il via a luglio per concludersi a fine ottobre. Con la direzione artistica di Giancarlo Zanetti, gli spettacoli inseriti nel Circuito avranno come cornice angoli suggestivi dell’isola e sul palcoscenico grandi nomi dello spettacolo italiano e internazionale ma anche artisti e gruppi siciliani.

“Vogliamo che il Circuito del Mito sia un veicolo di richiamo turistico grazie a nomi dello spettacolo noti in tutto il mondo – dice l’assessore regionale al Turismo, Daniele Tranchida – ma anche un’occasione per fare esprimere e conoscere talenti e risorse del territorio. Il calendario che insieme al direttore artistico Giancarlo Zanetti abbiamo voluto realizzare punta a creare un interessante mix tra i due elementi”.

L’offerta musicale è a 360 gradi: dall’opera alla musica classica, dal rock alla musical, dal jazz all’etno folk, a grandi nomi della canzone italiana e internazionale. In scena artisti come Joe Cocker e Boy George (a Taormina, rispettivamente il 26 luglio e il 18 agosto) ma anche il musicista slavo Goran Bregovich (ad agosto a Giardini Naxos, Tindari, Palermo) e Noa che il 27 luglio sarà al teatro antico di Segesta.

“E’ un cartellone che parla tante lingue – dice ancora Tranchida  – Attento ai nuovi fermenti culturali e alle contaminazioni tra oriente e occidente ma anche a valorizzare le origini e la storia locale con spettacoli frutto di attente ricerche storiche come l’opera ispirata alla Baronessa di Carini o con rassegne, come quella organistica nebroidea che riportano in vita dopo secoli di silenzio e una lunga opera di restauro, organi a canne del ‘700”.

Oltre a grandi nomi della canzone, la direzione artistica ha inserito in calendario produzioni importanti e originali come Memento (scheda n.6, prima data del Circuito del Mito ad Acireale il 27 luglio). Lo spettacolo è frutto della collaborazione artistica tra il maestro Maiello e performer tunisini ed egiziani consolidata nel corso degli ultimi12 anni attraverso la costituzione dell’Orchestra sinfonica di musica popolare del Mediterraneo. Sulla scena: un pianoforte che duetta con una darbouka tunisina mentre una voce di cultura occidentale si interseca con le vocalità di un muezzin tunisino e alcuni danzatori eseguono il roteare sufi denso di significati del  dervisci  egiziano.

 

Le location

 

Nello spirito del Circuito del Mito, le location di spettacoli, iniziative e concerti, sono angoli particolarmente suggestivi dell’isola: teatri antichi come quelli di Taornina e Segesta, chiese come quelle disseminate sui Nebrodi o la cattedrale di Cefalù, castelli (tra gli altri, il castello a Mare di Palermo, castello Maniace a Siracusa, il castello di Salemi) ma anche ex mulini (a Valderice) e, da questa edizione, fari dismessi e non con la loro carica evocativa (i fari di Capo Peloro a Messina e Salina con lo spetacolo Lampi/ Eclissi, scheda 139) . E ancora, a scorrere il programma si trova: la Tonnara Bonagia a Valderice e la Cantina Borbonica del 600 a Partinico in provincia di Palermo ma anche tanti parchi archeologici: da Naxos a Solunto a Eraclea Minoa e Caltanissetta.  Solo nel primo mese di luglio il cartellone toccherà 87 diversi comuni siciliani.

 

 

 

Circuito del Mito & Teatro greco di Taormina

 

Una prima sezione di spettacolo ha come location il teatro greco di Taormina e alcuni grandi eventi a pagamento indicati come Notte del mito. Oltre a Joe Cocker e Boy George, rientrano in questa sezione anche i concerti del pianista e compositore statunitense Burt Bacharat (sul palco per il Circuito del Mito, insieme all’italiano Mario Biondi il 12 luglio) e  di una delle figure più leggendarie del rock’n’roll anni ’60: Lou Reed (18 luglio). A seguire, due grandi artisti italiani: Zucchero Fornaciari (19 luglio) e Massimo Ranieri (21 agosto).

 

Musica

 

L’offerta musicale è ampissima: dal pop al rock; dal jazz alla musica classica, all’opera per finire ai canti bizantini di Piana degli albanesi.

Oltre a Noa e Bregovich, c’è Roy Paci (scheda 20 – 1 agosto a Cinisi, nel palermitano) ma anche giovani gruppi siciliani che si sono contraddistinti nel panorama internazionale come gli Apple Scruffs dei fratelli Cirrone ( scheda 47 – a Salemi, in provincia di Trapani il 28 luglio). Tra i nomi noti, ancora: Riky Portera (scheda 88 – 11 agosto a Favignana), Andrea Mingardi (schede 17 e 82, ad agosto in concerto  nel catanese, a Gela e nel ragusano), I The Platters (scheda 132, 28 e 29 agosto a S. Giovanni La Punta e Zafferana Etnea, sempre nel catanese) e Sergio Caputo (21 luglio al teatro Trifiletti di Milazzo, nel messinese). Di grande interesse poi, lo spettacolo Les Maitres Tambours du Burundi tamburi Burundi (scheda 162). Un tuffo straordinario in una realtà antropologica e culturale, quella del Burundi, da noi molto distante. Sul palco dodici batteristi acrobati.

 

Classica

I quattro mesi di cartellone offriranno diversi concerti di musica classica in tutta l’isola. Spettacoli realizzati da numerose ensemble siciliane (a Palermo concerti serali al teatro Cottone con la rassegna Classic Night) ma anche un mini tour di cantanti lirici russi provenienti dal teatro di San Pietroburgo (Stelle del bel canto russo dal 19 al 28 luglio – scheda 15) e alcune punte di eccellenza e originalità come lo spettacolo Rossini à la carte ispirato a Gioacchino Rossini. Partendo da testi originali del pesarese, reinventati ed attualizzati dal genio di David  Riondino  andranno in scena una carrellata di accadimenti veri e realistici sottolineati, sostenuti, commentati dalle musiche dello stesso Rossini.  Teatro dell’appuntamento sarà villa Pennisi ad Acireale il 23 luglio. Evento nell’evento sarà poi il Concerto della Pace che si terrà nella splendida cornice del Castello a Mare di Palermo l’11 settembre, data della ricorrenza dell’attacco alle torri gemelle. Sul palco oltre 500 persone tra orchestrali e cantanti con due cori, più uno di voci bianche, e tre orchestre e per repertorio l’Ottava Sinfonia di Malher.

 

Opera

Spazio anche all’opera con quattro diverse produzioni e scelte narrative. Le Donne di Puccini (scheda 14 – dal 6 al 10 luglio) è un viaggio attraverso le 12 eroine puccinaine. Oltre ad un accompagnamento del pianoforte sul palco si avvicendano: tre soprano, un tenore, un baritono mentre alle loro spalle in uno schermo sono proiettati filmati d’epoca del Maestro e fotografie degli allestimenti originali delle opere. In programma anche la Carmen di Bizet a cura del Baltimore Opera Theatre (scheda 23 – prima tappa Siracusa il 22 agosto). E ancora: La vedova allegra (scheda 79) e la Baronessa di Carini, un’opera musicale che ricostruisce scenicamente la storia della Baronessa, dopo un attento e lungo lavoro di ricerca documentale (scheda 8 – a settembre a Palermo e Catania)

 

 

Jazz, Blues e musica contemporanea.

Da Peter Cincotti a Naxos, Modica e Tindari (29, 30 e 31 luglio) a Peter Bernestein, uno dei più apprezzati chitarristi jazz in concerto a Castellamare del Golfo (Tp), il 14 luglio. A veri e propri festival di jazz come l’itinerante “Il Jazz attraverso i vari stili” (scheda 87 – in scena da stasera all’8 agosto nel trapanese) con diversi interpreti e che apre l’1 luglio con Giuseppe Milici. Seguono Las divas: gruppo tutto al femminile composto da Rita Collura al sax,  Anita Vitale al piano e le voci di Valeria Milazzo e Marcella Nigro. Repertorio: un omaggio a alle grandi donne del Jazz da Aretha Franklin ad Ella Fitzgerald (Salaparuta 8 luglio).  Poi: Irio De Paula, gli Acoustic Swing Quartet, I Palermo Spiritual Ensemble (con un genere che rivisita in chiave Jazz i canti gospel), Francesco Buzzurro, New jazz ensamble,  Anna Bonomolo, Lino Patruno e Salvatore Buonafede trio.

In provincia di Palermo, invece un’altra mini rassegna di musica contemporanea “Colours of sound in Sicily”, a partire dall’8 luglio a Marineo.  Mentre a Mascalucia, nel catanese, torna in scena l’Etna in Blues con Mike Tylor, Bonnie Ratt e Joan Armatrading (scheda 19 dal 14 al 16 luglio).

 

Canti bizantini

E’ tutto improntata ad antichi canti bizantini delle comunità albanesi in Sicilia, il ciclo di tre spettacoli dal titolo “Canti Sacri Bizantini” degli Albanesi di Sicilia e che reinterpreta canti liturigici e popolari legati alle comunità di Piana e Mezzojuso in lingua greca e albanese (scheda 165).

 

Musical

Tre i musical in programma – Salvatore Giuliano di Dino Scuderi (scheda 65 – il 18 e 19 agosto a Gela e a Siracusa) in cui la vicenda personale di Salvatore Giuliano si intreccia con eventi politici di primo piano, destinati a segnare la storia recente della Sicilia e dell’Italia e a determinare alcuni equilibri fondamentali della prima repubblica; e West Side Story (scheda 2 – Naxos 6 settembre) il musical nato dalla collaborazione di Leonard Bernstein, il famoso compositore e direttore d’orchestra, con Arthur Laurents. Direttore d’orchestra: il maestro Alberto Veronesi. Infine, Il mio piccolo giudice, un musical che ripercorre la storia di Rosario Livatino (scheda 31 – in scena a fine agosto a Marsala).

 

Danza

Ricca la sezione danza che spazia da spettacoli di danza contemporanea a coreografie di danza classica, dall’hip hop al tango. Se a Palermo sarà protagonista  il New York City Ballet, tra le compagnie di danza storiche nel panorama internazionale (16 agostoscheda 35), il calendario riserva diverse produzioni interessanti come Instrument 1 della Compagnia Zappalà (scheda 39 – il 12 luglio a Erice) che vede esibirsi tre danzatori al suono del marranzano (scacciapensieri). Un suono esplorato per questa produzione dai Lautari portando lo strumento, normalmente associato alla tradizione siciliana, a ritmi dal sapore underground londinese. Cassandra (scheda 40 – primo spettacolo l’8 agosto a Marsala), ispirata al capolavoro di Christa Wolf, vede in scena un volto noto della tv: Rossella Brescia. Alice’s Room con Giovanna Velardi (scheda 124) è invece una rilettura originale dell’opera di Carroll praticata attraverso la danza. Tra i tanti appuntamenti da segnalare poi la versione danzata dei Carmina Burana (scheda 36 – prima per il Circuito al Castello Maniace di Siracusa il 14 luglio), di particolare interesse date le origini del coreografo Tamir Ginz e la sua cultura imbevuta del misticismo ebraico e dell’odierna “modernità” israeliana. E Ancora: il Grand Galà di balletto di Cosi- Stefanescu (scheda 37 – dal 4 agosto) e il Lago dei Cigni con il Balletto di Mosca (in programma  l’1 agosto a Gela).

 

Teatro

Da Eschilo a Shakespeare al teatro di poesia, civile e della diversità. Da segnalare tra i tanti appuntamenti in cartellone: Le Supplici (scheda 154) un progetto di teatro civile per la regia di Gabriele Vacis che parte dalla tragedia di Eschilo per  arrivare alle parole dei rifugiati (“prima” a Morgantina il 31 luglio). Ancora: La Tempesta  di Shakespeare (scheda 28, in programma l’8 agosto a Segesta), interpretata in modo estremamente originale da un cast di artisti circensi e con una coreografia che sfrutta anche effetti video; e Briganti Migranti sulle vicende dell’unità d’Italia. Parla di discriminazione, invece, lo spettacolo Benjamin, tratto dal testo di Steve J. Spears (scheda 32) che affronta il tema dell’omosessualità mentre Brat racconta un percorso di interculturalità maturato a pochi chilometri da Belgrado (scheda 33 – in programma a Trapani, Palermo e Marsala dal 18 al 20 luglio). Un Passaggio all’inferno, a cura del Teatro Gamma di Catania, è invece una rappresentazione di teatro di poesia ispirata alla vita del poeta francese Arthur Rimbaud (scheda 126).

 

Poesia

Spazio anche per la Poesia. Pittura e poesia a bracetto in Bosco d’amore, un percorso che trae il titolo dall’ultima delle grandi opere di Renato Guttuso ad un anno dal centenario della nascita. Insieme: poeti, narratori e artisti ( scheda 160). Coniuga musica e poesia, invece Mediterraneum (scheda 34), suite musicale con testi da Orfeo, Borges, Eschilo, Saffo, D’Annunzio, Lucrezio, Virgilio, Jimenez, Nietzsche, Pessoa e in programma dal 25 al 27 agosto in varie location dell’isola. I dolenti versi di un poeta, riporta alla luce il lavoro e la figura del poeta secentesco siciliano Paolo Maura, la cui vita si intreccia dolorosamente con il terremoto del 1693 (scheda 134 – a Piazza Armerina il 23 luglio) .

 

Magia

Anche magia in questa edizione del Mito. Per tre giorni, dal 18 al 20 agosto, Marsala con le sue strade, le sue piazze ei vicoli si trasformerà in una città della magia radunando maghi da tutta Italia (scheda 43). Ad ottobre, invece, sarà di scena lo spettacolo di Bolle magiche (giganti) con una interazione con il pubblico, ideate dal performer siciliano Marco Zoppi (scheda 29).

 

Mostre

Corto Maltese nei viaggi di Pratt attraverso non solo i disegni ma anche attraverso i reportage realizzati dal fotografo svizzero Marco D’Anna nei luoghi di Corto Maltese e Ugo Pratt. La mostra (scheda 156) resterà aperta dal 16 settembre al 16 ottobre e avrà come galleria Palazzo Scimone a Scicli, nel ragusano. A Palermo andrà avanti per tutto il mese di luglio invece la mostra Second Life (scheda 157) che punta a creare arte attraverso il riuso delle materie e dei materiali. Altra mostra: Di Miti e di Mare (scheda 158) allestita tra Noto e Siracusa e composta da elementi fotografici, grafici e pittorici secondo una impostazione contemporanea anche grazie ad istallazioni artistiche.  A Siracusa la location è il Palazzo Midiri-Cadorna, nel quartiere della Giudecca.

 

Cinema e Rassegne Polivalenti

Infine il cinema e le rassegne polivalenti. A Siracusa, dal 16 al 23 luglio Avamposto Maniace (scheda 133), rassegna cinematografica; mentre a Milazzo,  il teatro Trifiletti dedica due giorni a Sciascia sceneggiatore nell’ambito di una rassegna polivalente dal titolo Dentro e fuori le immagini che include anche concerti. Rassegne polivalenti anche a Noto, nell’ambito del Festival del Paesaggio (tra la villa del Tellaro, Origia e la riserva orientata di Vendicari ( scheda 108 – a partire dal 4 agosto); e a Villa Piccolo di Capo d’Orlando dove dal 4 luglio al 31 agosto si susseguiranno: mostre, concerti di musica sacra, e narrazioni teatralizzate. Un programma dal titolo Le porte del sacro che prevede sei appuntamenti e che è stato allestito  dalla Fondazione Famiglia Piccolo di Calanovella  (scheda 138).

 

About these ads

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: