Incidenti stradali: Più a rischio 2 ruote-pedoni, specie in città

45066_200405_mediumSono ciclisti, motociclisti e pedoni i più a rischio sulle strade italiane. Nel 2007 il 50% dei morti sulla strada appartiene infatti a queste categorie: 1.540 motociclisti, 352 ciclisti e 627 pedoni, spesso vittime della disattenzione e dell’imprudenza degli automobilisti. Molti gli incidenti nelle aree urbane, che hanno un livello di rischio stradale sensibilmente superiore rispetto a quello di Parigi, Londra, Stoccolma o Madrid e sono, in assoluto, le più pericolose d’Europa. Nello stesso anno sulle strade delle nostre città si è verificato il 76,6% degli incidenti complessivi (176.897 sinistri), con 238.712 feriti e 2.269 morti.

Sono alcuni dei dati analizzati nel corso del convegno ‘Sicurezza Stradale: utenze deboli, soluzioni forti’ organizzato dalla Fondazione Ania per la sicurezza stradale e Confindustria Ancma, in occasione di Eicma 2009 ’67mo Salone del Ciclo e del Motociclo’. Le statistiche indicano i motociclisti al vertice della classifica della mortalità fra gli utenti ‘deboli’ della strada. In Italia, dove circolano più di 8 milioni di motoveicoli, gli incidenti in cui sono stati coinvolti mezzi a due ruote sono 91.812 e rappresentano il 21% dell’incidentalità stradale complessiva. Nel 2007, secondo le dichiarazioni del ministro delle Infrastrutture e Trasporti Altero Matteoli, si sono registrati 1.540 morti tra i centauri, che corrispondono al 30% delle vittime complessive sulle strade del nostro Paese. Secondo il Maids, il più aggiornato studio internazionale sull’incidentalità delle due ruote a motore, la maggior parte dei motociclisti viene investita dagli altri utenti della strada. Leggi il seguito di questo post »

PON 2009/2010: pubblicate le autorizzazioni per le scuole di Sicilia, Calabria, Campania e Puglia

di Sostine Cannata

Tratta da: www.scuolamediasiani.it

Sono state pubblicate dal MIUR in data 4 novembre 2009 le autorizzazioni dei progetti PON 2007/2013, annualità 2009, per le scuole delle quattro regioni dell’Italia meridionale beneficiarie: Sicilia, Calabria, Campania e Puglia. Leggi il seguito di questo post »

Estremadura, Spagna: Corso sulla masturbazione “Il piacere é nelle tue mani”. Critiche ed apprezzamenti

INCONTRO SEX TRA GERMANIA  E AUSTRIA

L’amministrazione regionale socialista dell’Estremadura, in Spagna, ha deciso di finanziare con 14mila euro un corso di educazione sessuale per adolescenti, intitolato “Il piacere è nelle tue mani”, dedicato alla masturbazione.

Secondo quanto riporta il sito web del quotidiano Abc, sono giunte critiche, in particolare dagli esponenti del Partido Popular (Pp) contro quello che hanno definito uno “sperpero” di denaro pubblico per finanziare un corso che insegna ai giovani a masturbarsi, nonostante l’Estremadura sia la terza regione della Spagna per numero di disoccupati. Un “attentato” contro l’intelligenza dei giovani, la cui unica preoccupazione è la disoccupazione in aumento e non “imparare a masturbarsi”, ha detto un portavoce locale del Pp.

Sono però giunti anche vari apprezzamenti, in particolari dagli ambienti degli stessi socialisti che hanno respinto le critiche affermando che la campagna di educazione sessuale mira a contrastare “le discriminazioni di genere che esistono nell’ambito della sessualità”. (Apcom)

Béh, essendo almeno parimenti elevato il numero di giovani disoccupati nella nostra regione, a quando un corso analogo finanziato per i siciliani dal governatore Lombardo? In mancanza di meglio, alzi la mano chi non lo frequenterebbe con… piacere. (n.d.r. – S.I.)

Una giornata senza mangiare

E’ la proposta del direttore della Fao, Diouf, per solidarietà con le persone affamate del pianeta

23ef81f2726757a4fae92d7903a7e525Una giornata mondiale di sciopero della fame alla vigilia del vertice di Roma, del 16-18 novembre, è stata proposta da Jaques Diouf.

Per ‘solidarieta’ con il miliardo di persone affamate del pianeta – dice il direttore generale della Fao-.

Senza azioni decisive, il numero degli affamati nel mondo potrebbe accrescersi e non può essere esclusa una nuova crisi alimentare.

Per sconfiggere la fame, c’è bisogno di investimenti per 44 mld di dollari all’anno da parte dei governi mondiali’.

(Ansa, 11 novembre)

Malati di Sla sospendono sciopero fame dopo confronto con Fazio: protestavano contro la mancanza di una degna assistenza

slaSalvatore Usala, Giorgio Pinna, Mauro Serra e Claudio Sabelli, i quattro malati di sclerosi laterale amiotrofica (Sla) in fase avanzata che avevano indetto uno sciopero della fame il 4 novembre scorso per protestare contro la mancanza di una degna assistenza domiciliare ai malati di Sla del Paese, hanno sospeso lo sciopero della fame. Negli ultimi giorni ai quattro si erano aggiunti anche altri due romani, Pietro Pellillo e un altro malato che ha voluto mantenere l’anonimato.

Lo sciopero, spiega l’associazione Viva la Vita onlus, è stato sospeso dopo che il vice ministro alla Salute Ferruccio Fazio, al quale i malati avevano inviato una lettera lo scorso 4 novembre, ha aperto “un canale per un confronto costruttivo: questo è solo l’inizio – spiega l’Onlus – di una lunga trattativa che dovrà necessariamente coinvolgere tutto il ministero del Welfare ed il ministro Tremonti“. Leggi il seguito di questo post »

Calabria, Calcio, Lutto per morte boss: Daspo a dirigente del San Luca

Bufera nel calcio calabrese. Domenica scorsa, in occasione dell’incontro di calcio di prima categoria San Luca-Bianco, alcuni giocatori del San Luca sono scesi in campo con il lutto al braccio, per attestare la loro solidarietà nei confronti del boss ‘mammasantissima’ Antonio Pelle, detto “Gambazza” deceduto per cause naturali alcuni giorni fa, e già al centro di diverse inchiesta della magistratura reggina che attestavano il suo ruolo di capo indiscusso dell’omonima cosca.

Questa mattina, la questura di Reggio Calabria ha notificato un provvedimento di Daspo (Divieto di accesso per le manifestazioni sportive) per un anno al vice presidente della squadra locale Giuseppe Trimboli, che insieme ad alcuni giocatori era stato già convocato dagli inquirenti nei giorni scorsi per riferire sull’accaduto.

Il lutto al braccio di alcuni giocatori del San Luca, che gioca con la maglia bianca, non sarebbe stato notato dall’arbitro dell’incontro, Zucco di Catanzaro, che ha dichiarato nel supplemento di referto di non essersi accorto di nulla. Per questo motivo, la questura reggina sta indagando anche lo stesso fischietto catanzarese per omissione e favoreggiamento.

Imbarazzo anche per la federcalcio calabrese, intervenuta con il presidente del comitato, Saverio Mirarchi, che ha dichiarato: “Senza nessun documento ufficiale, senza che l’arbitro abbia scritto nulla nel suo referto, noi abbiamo denunciato tutto alla procura federale perchè faccia luce su questo episodio”. (Ansa, 11 novembre)

Mafia, Dell’Utri: Procura di Firenze trasmette a Palermo atti accusa

MarcelloLa procura di Firenze ha trasmesso a Palermo atti relativi a presunti collegamenti tra esponenti di Cosa Nostra e Marcello Dell’Utri. Lo ha detto il procuratore di Firenze, Giuseppe Quattrocchi, parlando dell’ inchiesta sulle stragi mafiose del 1993 e sugli esiti delle recenti dichiarazioni fatte dal collaboratore Gaspare Spatuzza ai magistrati fiorentini. Quattrocchi ha aggiunto di ‘sperare che il materiale inviato dalla procura di Firenze in Sicilia sia utile ai magistrati palermitani’. (Ansa, 11 novembre)

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.